Rendez-vous

https://www.youtube.com/watch?v=f3Rq86OD0kU

https://www.youtube.com/watch?v=tr3OWkqppeM

 

happening, 2013

Una poesia ambientale che si estende in un tempo e uno spazio ogni qualvolta variabile. Rendez-vous (l’appuntamento) è l’incontro tra il luogo e il non-luogo, tra luogo-reale e luogo-emotivo, sentire lo spazio come un corpo; tracciarlo, misurarlo, ripensarlo è anche una riflessione sul confine tra pubblico e privato, tra geografie dello spazio e geografie della mente. La scrittura affiora, traccia e scompare per effetto di una labilità contenuta nella matrice stessa, quella di un gessetto. Le parole si sovrappongono, si sfaldano, si riarticolano, creando architetture mistilingue, che ricombinano gli elementi, graficamente spirali, reticoli, “parole-bauli” (che ne contengono altre) e mutando di grandezza (cambianti di scala e zoom improbabili) come per via di salti di prossimità o lontananza agli oggetti (incontrati, pensati, ricordati). Una scrittura che attraversa lo spazio per poi interrompersi/sospendersi, attendere -come minuscole appendici- altre possibili opere aperte.

I VIDEO DOCUMENTANO LE AZIONI ESEGUITE DALL’ARTISTA IN DUE DIVERSE OCCASIONI

ShingLe, Anzio, 2013; MORPHOS, Venezia, 2014

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s